prima pagina

Regole SEO per essere in prima pagina

Raggiungere la prima pagina dei risultati di ricerca Google consente di avere quella visibilità che porta profitto al nostro sito. E’ stato calcolato infatti che meno di una persona su tre va oltre la prima pagina ed è per questo motivo che bisogna seguire alcune regole SEO che ci aiutano a scalare la classifica per arrivare alle prime posizioni.

La produzione di contenuti di valore è il primo passo da fare. Se il sito non interessa a nessuno è inutile perdere tempo con la SEO perché sarà impossibile finire in prima pagina. Sono gli utenti che decretano il successo e l’insuccesso di una web page in base all’utilità che fornisce.

E gli sforzi da fare in questo senso, non devono riguardare la home page che raccoglie l’insieme degli argomenti che trattate, ma le singole pagine del vostro sito. L’algoritmo le scansiona per capire di cosa parlano, quindi bisogna curare ognuna di esse con contenuti di qualità.

Ma attenzione: inserire immagini di alta qualità e video può penalizzare la velocità di apertura della pagina e Google valuta anche questo aspetto. Trovare il giusto equilibrio è la cosa migliore che potete fare, anche perché gli utenti non sono disposti ad aspettare tanto tempo per visualizzare ciò che vogliono.

Anche per le parole chiave vale lo stesso discorso. Una volta scelte, vanno sistemate a dovere nel titolo, nell’url e nei contenuti per fare in modo che il motore di ricerca capisca di cosa stiamo parlando. Ma allo stesso tempo non possiamo inserirne talmente tante da rendere innaturale la lettura della pagina. Google se ne accorge e ci penalizza mentre gli utenti capiscono che lo avete fatto solo per posizionarvi meglio e passano oltre.

Quando avete scritto un contenuto e lo avete posizionato per una parola chiave specifica, non scrivetene un altro con la stessa keywords. Se lo fate, correte il rischio di incorrere in una duplicazione, che Google non vede di buon’occhio e che quindi farà perdere terreno ad entrambi i contenuti. Per evitare il problema, scrivete un altro contenuto con una parola chiave simile (ad esempio brioche e brioche alla crema). In questo modo, quello posizionato meglio aiuterà l’altro tramite i link interni.

Nel prossimo articolo vedremo le altre regole per posizionarsi nella prima pagina dei motori di ricerca.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *