Pubblicità su Instagram e Facebook.

Tutto quello che si deve sapere sul creare una pubblicità su i due social più usati nel 2018

Non c’è alcun dubbio. Il 2018 consacra la pubblicità online in maniera definitiva, specialmente quella applicata ai social, come Instagram e Facebok. Ecco perché è essenziale conoscere le basi se si vuole ottenere risultati concreti e misurabili.

Inizialmente è bene, per qualsiasi social, conoscere il proprio ‘’avversario’’. Cercare i competitors, controllare le loro campagne, analizzarle per capirne i punti di forza e le lacuna può aiutare molto per crearsi un’idea di come si vuole sponsorizzare il proprio prodotto. 

Ovviamente, bisogna avere ben in mente, quale obiettivo si vuole raggiungere, quale azione si vuole indurre nel creare una campagna pubblicitaria. 

Inoltre, per ideare la strategia migliore per arrivare al proprio scopo, è bene identificare un target, studiarne i comportamenti sui social e poterli sfruttare per identificare chi realmente sarà interessato a quella pubblicità. 

Che tipo di effetti si possono riscontrare con una pubblicità sui social? Quale deve essere il motivo per cui decidiamo di attuarne una (o più di una)? Incrementare la notorietà della marca, aumentare la copertura di pubblico, coinvolgere più persone possibili, invitare la persona a scaricare un’app o visitare il sito, spingere le persone ad effettuare delle azioni su un sito o un’app.

Iniziamo da Instagram. Questo social ha raggiunto la cifra di oltre 700 milioni di utenti attivi nel mondo. Le interazioni sul social sono le più alte mai viste, per questo è ottimo come tipologia di sito dove creare una campagna pubblicitaria. 

Per prima cosa è necessario collegare il vostro profilo Instagram alla vostra pagina Facebook. La procedura è semplice e puoi scegliere 2 diverse strade: collegare l’account Instagram tramite le impostazioni della pagina Facebook oppure collegarli direttamente in fase di creazione della tua prima campagna di Instagram Ads. Nel momento in cui sarà collegato potrai creare la tua prima campagna pubblicitaria. Nel momento in cui cliccherete su ‘’campagna’’ e sceglierete il vostro obiettivo, potrete selezionare accuratamente tutti i punti fondamentali (target, offerta, posizione, etc). 

Si potrà anche scegliere la tipologia di formato: carosello (più immagini di un post), immagine singolo, video singolo, slideshow (un post con video a ciclo continuo), canvas (un post dove si può raccontare una storia combinando immagini e video. La scelta è dettata dal messaggio che vuoi dare e dall’obiettivo che vuoi raggiungere.

Controllate l’inserzione dall’anteprima presente sulla parte destra della schermata. Se è tutto corretto, cliccate pure sul pulsante verde ‘’Ordina’’. Arrivati a questo punto dovrete semplicemente attendere l’approvazione del post sponsorizzato da parte di Facebook. La conferma solitamente arriva nell’arco di pochi minuti, tranquilli.

Per quanto riguarda Facebook, è indubbiamente uno dei canali promozionali più convenienti del web. 

Da inizio 2018, il nuovo algoritmo del social blu ha privilegiato la visualizzazione dei post di amici e parenti a discapito di marchi e aziende. Ecco perché risulta necessario conoscere come pubblicizzare gli stati e le foto di Facebook. Innanzitutto bisogna selezionare il contenuto che si vuole diffondere, per poi selezionare ‘’Metti in evidenza il post’’. Bisogna selezionare il risultato che si intende raggiungere. Hai due opzioni: interazione oppure messaggi. La prima mira a farti ottenere più reazioni, commenti e condivisioni, mentre la seconda mira a farti interagire e chattare con i clienti potenziali.

Non dimenticare di definire un indirizzo, stabilire un pubblico preciso, fornire il budget.

Infine, prima di attuare il pagamento, è necessario inserire il pixel di facebook, un codice che ti permetterà di monitorare gli accessi e il comportamento degli utenti. 

Ricordatevi che nel momento in cui avrete attuato la procedura per pubblicizzare i vostri post il vostro lavoro non è concluso. Infatti, dovrete poi controllare se il lavoro ha avuto realmente successo, se il riscontro è positivo, se ne vale la pena attuare un’altra campagna pubblicitaria online o se modificare anche un piccolo segmento delle vostre azioni può farvi crescere ancora di più.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *