PORTALE E-COMMERCE CON CMS MAGENTO? QUALCHE CONSIGLIO LATO SEO

Quando ci si appresta a realizzare un portale e-commerce è necessario valutare con cautela ogni singolo dettaglio, tenendo conto anche della piattaforma Cms utilizzata per gestirlo. Per esempio Magento, software open source lanciato nel 2008, rappresenta una delle piattaforme più apprezzate ed utilizzate nell’intero panorama e-commerce.

Grazie ad esso è possibile andare a mettere le mani sui vari livelli di un sito e-commerce: carrello della spesa, modalità di pagamento, tipologie di spedizione, schede prodotto, layout e funzionalità multilingua.

E per quanto riguarda l’ottimizzazione SEO?

Ecco qualche consiglio utile per creare un portale e-commerce a prova di indicizzazione.

  • Mai e poi mai contenuti duplicati.
    In quanto azione di default, Magento crea sempre molteplici copie dei contenuti relativi ad un prodotto appartenente a più categorie. Se si tratta di un vantaggio per facilitare e rendere più rapido il lavoro, non lo è dal punto di vista SEO: Google non è un fan dei contenuti duplicati. Per evitare spiacevoli inconvenienti, è necessario entrare in ‘Configurazione’, andare in ‘Catalogo>Ottimizzazione Motori di Ricerca’ ed impostare ‘Use Categories Path for URLs’ su NO. Senza dimenticare di attivare anche le opzioni ‘Canonical Link Meta Tag’ per prodotti e categorie.
  • No agli ‘Store Code’ negli URL.
    Sempre di default, la piattaforma inserisce automaticamente i cosiddetti ‘store code’ negli indirizzi del portale. Questi codici, il cui scopo principale è agevolare la ricerca di un prodotto nel database, sono decisamente sfavorevoli sia per gli URL che per l’ottimizzazione SEO. La disattivazione di questa impostazione è possibile andando in ‘Configurazione>Web>Ottimizzazione Motori di Ricerca’ e impostando ‘Add Store Codes to URLs’ su NO. Come già spiegato, anche la modifica della struttura degli URL può giovare lato SEO: impostare la voce ‘Server URL Rewrites’ su YES non farà più comparire ‘index.php’ negli URL del sito.
  • Ad ogni pagina un titolo descrittivo.
    Per agevolare le ricerche degli utenti ed ottimizzare il portale a livello SEO, è necessario rendere i titoli delle pagine il più descrittivi possibili. Se volete aumentare le possibilità di comparire nella SERP di Google, evitate di citare esclusivamente il nome dell’oggetto e puntate ad utilizzare invece alcune parole chiave correlate al prodotto.
  • Parole chiave per l’acquisto.
    Ogni parola chiave è qualcosa di a sé stante, questo significa che un loro uso appropriato può portare ad un maggior numero di conversioni e trasformare un visitatore del sito in un potenziale compratore. Le stesse ‘curiosity keywords’ sono molto utili per attirare l’attenzione degli utenti online.
  • L’importanza del blog.
    Una delle caratteristiche di Magento è che mette a disposizione alcuni plugin utili per creare un blog, strumento veramente potente per il traffico e ed il posizionamento sui motori di ricerca, sempre a patto di presentare contenuti originali e mai banali.
    Per avere qualche idea: potreste inserire nel vostro blog contenuti non direttamente correlati al portale e-commerce, presentare i nuovi arrivi o le ultime novità ai clienti, rispondere a domande o eventuali commenti, sfruttare le ‘curiosity keywords’ per proporre contenuti relativi al catalogo prodotti e via dicendo.
  • L’importanza della sitemap e di Google Analytics.
    Neanche a dirlo: creare una sitemap non è una questione di vita o di morte per l’ottimizzazione SEO. Tuttavia ha il vantaggio di facilitare l’indicizzazione dei motori di ricerca, in particolar modo nei portali e-commerce dove è presente un elevato numero di pagine. Potete generare la sitemap da ‘Catalogo>Google Site Map’ ed una volta indicate le pagine da includere potete iniziare il lavoro di creazione.

In merito all’integrazione con Google Analytics, possiamo dire che Magento è un suo fan accanito, se non amico prezioso. Appena creato l’account Analytics per il sito e-commerce, non vi resta che recarvi nel menu ‘Google API’ ed inserire il tracking code ottenuto in fase di registrazione.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *