Novità per Gmail: Introdotti blocca utente e annulla iscrizione

Piccole grandi novità in casa Google per la sua famosa casella postale Gmail, sia per quanto riguarda la versione web che la relativa app mobile, molto interessanti per tutti coloro che si occupano di Email-Marketing.

La prima novità, sebbene presente già da tempo nella versione desktop ma ora disponibile anche per l’app, è la possibilità di annullare l’iscrizione a newsletter e mailing list direttamente dall’interfaccia, senza andare alla ricerca del link di disiscrizione, generalmente collocato in fondo all’ email o in posizioni difficilmente visibili. Una buona notizia sia per destinatari che mittenti, i primi potranno facilmente gestire meglio le missive fastidiose e invasive mentre i secondi non rischieranno di essere catalogati come spam.

Rendere chiara e visibile la possibilità di disiscrizione è necessaria e molto meno dannosa di quanto si creda, utile per evitare che un utente segnali la nostra email come spam indesiderata, generando un danno ancora più grosso e più problematico di un semplice abbandono.

La buona notizia è proprio la presenza di un punto visibile nell’interfaccia dove operare questa scelta, presente nella versione desktop all’interno del menu a tendina “Dettagli” a fianco del destinatario e nell’ app mobile posizionato nel menu in alto a destra, una volta aperta la mail.

L’altra succosa new entry è invece il cosidetto “Blocca Mittente”. Nessuna particolare novità tecnologica direte voi: la possibilità di segnalare l’email come spam esisteva già da tempo, ora Gmail ci consente di bloccare direttamente il mittente non gradito, inserendolo in una vera e propria blocklist. Una volta fatta la segnalazione, le email del mittente fastidioso saranno recapitate direttamente nella cartella Spam.

Per il momento Google non si è ancora espresso in merito al trattamento di questo tipo di blocco al fine delle politiche e degli automatismi antispam, ma di sicuro ne terrà conto a livello di conteggio reputazionale del mittente. Anche in questo caso, l’opzione è presente sia nella versione web che in quella mobile, nonostante la voce relativa non abbia una posizione fissa all’interno dell’interfaccia.

Alla luce di queste novità appena introdotte da Google, qual è dunque l’impatto per l’Email Marketing?

Con la consegna nelle mani degli utenti di tool sempre più autorevoli per effettuare segnalazioni e bloccare email e mittenti, diventa quanto mai fondamentale utilizzare liste di indirizzi acquisite, mantenute ed aggiornate nel migliore dei modi, indicando sempre e in modo visibile la possibilità di disiscrizione.

E ricordando che “un utente disiscritto è cento volte meglio di un utente che vi segnala come spam e mille volte meglio di un utente che vi blocca”.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *