Linkedin lancia l’App Job Search

Con 380 milioni di utenti sparsi in circa 200 paesi e 4 milioni di offerte di lavoro pubblicate, LinkedIn continua a confermarsi come il social network del lavoro, punto di riferimento per tutti i professionisti in cerca di nuove opportunità lavorative e per head hunters a caccia di candidati giusti.

Il social di Palo Alto non è solo un ottimo strumento per creare e mantenere connessioni utili per il proprio percorso lavorativo, ma è anche una piattaforma attraverso cui è possibile trovare offerte di lavoro in linea con il proprio profilo.

Grazie a LinkedIn Job Search, app gratuita e fresca di lancio per iPhone e Android, i membri potranno finalmente effettuare ricerche, trovare e candidarsi ad offerte di lavoro direttamente dal proprio smartphone e da qualsiasi luogo.

Una volta effettuato l’accesso, si viene indirizzati verso la pagina iniziale di ricerca dove, attraverso la compilazione dei campi Qualifica e Città, è possibile visualizzare le offerte di lavoro adatte al proprio profilo e alle proprie esigenze. Ogni ricerca può essere ulteriormente personalizzata in base a Settore, Livello di esperienza, Azienda e Offerte più recenti o rilevanti. Ogni offerta di lavoro sarà caratterizzata da una descrizione completa di tutti i dettagli dell’incarico, informazioni sull’azienda ed una lista di offerte simili.

Sarà infatti la stessa app a sottoporre ai membri determinate proposte sulla base delle ricerche precedenti, delle opportunità selezionate e delle info estrapolate dal profilo LinkedIn. E non finisce qui. Una volta trovato il lavoro che ci interessa potremmo sapere tutto sull’azienda, individuare chi ha già lavorato lì e preparare al meglio la nostra candidatura. Secondo quanto riportato da fonti certe, sembra che tutte le attività svolte all’interno dell’app rimarranno private e non condivise con terzi.

La decisione da parte di LinkedIn di lanciare Job Search – attiva già da più di un anno negli Stati Uniti ma arrivata solo ora in Italia e nel resto del mondo – nasce dalla necessità di soddisfare le esigenze sempre più ‘mobile’ dei suoi utenti. Si stima che circa il 41% del traffico della piattaforma arrivi da smartphone e tablet e che questa percentuale posso solo continuare a crescere nel prossimo futuro.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *