DIGITAL LIFE: la spesa? Te la consegna un robot!

In Arizona (Stati Uniti), prende il via la prima sperimentazione di consegna a domicilio della spesa, da parte di vetture senza conducente.

Nuro, start-up che opera nel settore dei veicoli autonomi, ha infatti stretto un accordo con Kroger, una delle più diffuse catene a stelle e strisce di supermercati, per avviare un servizio completamente automatico di consegna a domicilio.

Dato che i punti vendita di Kroger sono ben distribuiti sul territorio della città, il servizio opererà su distanze relativamente brevi: obiettivo delle aziende è, per ora, quello di testare su strada e, in condizioni reali, l’affidabilità e l’efficienza di questo tipo di consegna.

In una prima fase le consegne verranno effettuate da una flotta di Toyota Prius senza conducente, ma l’obiettivo finale di Nuro è quello di impiegare i suoi veicoli, piccoli furgoni elettrici dotati di due scomparti che possono contenere ognuno fino a 6 borse della spesa.

Se il test avrà successo, e Nuro non ha molti dubbi in merito, il servizio potrà essere esteso anche ad altri tipi di recapito, per esempio quelli delle lavanderie o dei documenti.

L’esperimento, che dovrebbe essere avviato nel giro di qualche settimana, permetterà all’azienda di verificare il gradimento di questa nuova tecnologia da parte dei clienti, ma anche il comportamento dei veicoli su strada, insieme a normali vetture guidate dagli esseri umani.

Ma non è tutto!

Anche Domino’s Pizza ha stretto un accordo con la start-up Nuro e, sta testando il robo-delivery per la pizza, sempre negli Stati Uniti ma, in questo caso siamo ad Houston.

Il programma coinvolge un solo negozio Domino’s, situato nel quartiere Woodland Heights di Houston, ed è aperto a un numero limitato di clienti che effettuano ordini prepagati online, hanno comunicato le società. Le persone che scelgono di ricevere una consegna tramite un veicolo robotico Nuro, riceveranno aggiornamenti sull’ordine e un numero di codice univoco per sbloccare e recuperare la loro pizza da un vano portaoggetti, quando arriva.

La partnership di Nuro con Domino’s per la consegna della pizza segue i precedenti progetti pilota di Mount View, società con sede in California, con Walmart, Kroger e CVS. Fondata da due ex membri del progetto di auto a guida autonoma di Google, Nuro è anche tra gli sviluppatori di tecnologia autonoma meglio finanziati, dopo che si è assicurato $ 500 milioni in un round di finanziamento annunciato il mese scorso in aggiunta a un round $ 940 milioni guidato da Softbank e Greylock Management.

A differenza dei programmi tecnologici a guida autonoma, competitor Waymo di Alphabet e Cruise sponsorizzato da GM, Nuro si concentra esclusivamente sulle consegne e sulla logistica, piuttosto che sui robotaxi. Il suo veicolo elettrico R2, progettato per trasportare pacchi, generi alimentari e ordinazioni, è circa la metà delle dimensioni di un’auto convenzionale e viaggia a velocità relativamente bassa. È stato il primo veicolo senza conducente a ricevere l’approvazione degli Stati Uniti per circolare su strade pubbliche, senza i comandi di guida convenzionali, come il volante, i pedali del freno e dell’acceleratore.

“Siamo entusiasti di presentare i nostri robot di consegna autonomi a un gruppo selezionato di clienti Domino a Houston”, ha affermato Dave Ferguson, cofondatore e presidente di Nuro. “Non vediamo l’ora di vedere cosa ne pensano”.

La robotica a servizio della quotidianità: benvenuti nel futuro!

 

 

 

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *