google adwords

Annunci Pay Per Click: le 10 regole d’oro

Creare annunci Pay Per Click che attirano l’attenzione e invogliano l’utente a cliccare non è facile.
In quelle poche righe che Google ci mette a disposizione non sono ammessi errori di nessun genere. La pena per chi sbaglia è molto severa: pochi click, poche visite al sito, poche conversioni,  e soprattutto pochi ricavi.
Per evitare di regalare soldi gratis al padre di tutti i motori di ricerca, esistono delle regole da seguire che vi permetteranno di distinguervi dalla concorrenza e di raggiungere ottimi risultati a livello di marketing.

1) Le parole chiave prima di tutto

Banale dirlo? Vero, è l’ABC ma sono tantissimi gli annunci privi delle parole chiave che l’utente digita per trovare ciò che gli interessa. Se non c’è una corrispondenza fra queste due cose, nessuno perde tempo a cercare di capire cosa offrite, e passa ad altro.

2) Utilità per i clienti

Se invece di scrivere cosa vendete, offrite una soluzione ad un problema specifico, avrete più possibilità di essere cliccati. Dovete sempre pensare a quanto è utile il vostro annuncio per una persona che ha un quesito in testa da risolvere e non focalizzare l’attenzione su di voi spacciandovi per i migliori sulla piazza. Ne è pieno il web di numeri uno e leader del mercato!

3) I numeri…valgono

Un numero attira subito l’attenzione perché l’utente si trova di fronte ad un dato effettivo.
Se il prezzo di un prodotto o la percentuale di sconto che offrite è un vostro punto di forza, non esitate a…dare i numeri.

4) Linguaggio corretto

Se l’ortografia, la punteggiatura o la grammatica non sono corrette, non verrete presi sul serio.
Anche un piccolo errore può rovinare l’annuncio, quindi prima di pubblicarlo controllate bene di aver scritto come si deve e se non siete sicuri utilizzate un correttore ortografico.
E state molto attenti alla punteggiatura perché una virgola messa prima o dopo una parola potrebbe cambiare il senso della frase.

5) Semplicità

Dimenticatevi linguaggi aulici o paroloni difficili: la semplicità premia. Un messaggio diretto e chiaro è il modo migliore per farsi capire da tutti e per non correre il rischio che qualcuno non vi dia retta perché siete troppo tecnici o complicati. Limitate anche l’uso degli acronimi, a meno che non sia strettamente necessario e di uso comune (ovviamente se vendete DVD è d’obbligo).

6) Fai delle domande

Il punto interrogativo è uno stimolo naturale al click. Se ponete un quesito, l’utente si sentirà direttamente coinvolto e vorrà rispondere, perché avrà la sensazione che la domanda sia rivolta personalmente a lui.

7) Usa parole invitanti

Alcuni vocaboli, quando si tratta di pubblicità saltano subito all’occhio: sconto, gratis, subito, occasione, scopri, scegli, risparmia…Naturalmente non bisogna esagerare e saturare l’annuncio, ma se inserite al punto giusto forniscono un’ottima spinta per un click.

8) Gioca sulle emozioni

Il senso di urgenza, la curiosità o la paura sono ottime sensazioni da sfruttare per un annuncio efficace. La scadenza di un’offerta, la voglia di scoprire in che modo quel click risolverà il mio problema o anche un senso di angoscia che il messaggio mi comunica portano ad un vantaggio sulla concorrenza, magari più spicciola e banale.

9) Mantenete le promesse

Se il vostro vantaggio competitivo è la spedizione gratuita o la velocità di consegna, ditelo chiaramente ma ricordate: siate onesti!
Non inventate cose che poi non potete mantenere, è il modo migliore e più veloce per perdere credibilità e favorire i competitors.

10) Sfruttate i social networks

Grazie a queste piattaforme è possibile studiare i trend del momento per capire gli argomenti più discussi dalla gente. Twitter è di sicuro quello più utile a questo scopo ma dovete rimanere sempre aggiornati proprio perché le tendenze cambiano velocemente.
Se il settore in cui operate può far leva su un tema o una parola chiave di questo genere, potrebbe essere una strategia vincente.

Un’ultima cosa: date sempre un occhio a come si comportano i vostri concorrenti, non per copiare e rubare le loro mosse ma solo per avere qualche spunto e migliorare voi stessi.
Su internet ci sono molti programmi che analizzano le keywords migliori per le aziende del vostro mercato e altri che vi aiutano a trovare idee interessanti per costruire gli altri elementi necessari per gli annunci Pay Per Click, come la landing page.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *