e-commerce

Altri consigli SEO per e-commerce

Nello scorso articolo sulla SEO avevamo visto come comportarsi per migliorare la SEO e dare una spinta al nostro sito di e-commerce.

Oggi proseguiamo con la lista, andando a scoprire altri trucchi utili per questo aspetto.

1) Usa i tag per i prodotti

Ogni prodotto che il sito mostra, dovrebbe avere qualche tag che linka ad articoli simili. Il consiglio è quello di usare al massimo 3 o 4 tag per prodotto (altrimenti si rischia che Google lo interpreti come spam) e taggare 4 o 5 articoli con lo stesso tag. Evita di utilizzare un solo tag per taggare un prodotto.

2) Testo “Alt” per le immagini

Per ogni immagine, inserite una parola chiave nel testo alternative dell’immagine stessa. Consente ai motori di ricerca di capire di cosa “parla” quella foto e allo stesso modo aiuta sia il lettore se la pagina non è caricata correttamente sia i software di lettura per le persone non vedenti.

3) Tag H1 e H2

Questi tag consentono di impostare un titolo e un sottotitolo al testo del sito. Mettete le parole chiave all’interno di questi tag ma utilizzate solo un H1 per pagina. Per creare dei paragrafi leggibili va invece usato l’H2 (e si può arrivare fino all’H6).

4) Aggiorna i prodotti più venduti

Per farsi apprezzare dai motori di ricerca, potreste creare un elenco con i prodotti più venduti e aggiornarlo periodicamente. Alcuni CMS di qualità lo fanno comodamente in automatico, non c’è bisogno di mettere mano al codice.

5) Prodotti correlati

Come per i prodotti più venduti, è bene creare liste di prodotti correlati divisi per le varie categorie. Serve sia per venire incontro a Google sia per facilitare la navigazione agli utenti.

6) Motore di ricerca interno

Per un e-commerce è vitale implementare un motore di ricerca interno. La gente deve poter scrivere la parola chiave che cerca e trovare il prodotto che vuole. Non può certo perdere tempo a girare pagine e pagine.

7) Monitora cosa cerca la gente

E’ proprio grazie al motore di ricerca interno che si può controllare quali sono le parole chiave più ricercate. Di conseguenza si possono mettere in evidenza nella home page gli articoli più richiesti.

8) Google Analytics

Con i dati forniti da Google Analytics riuscirete a capire come si comportano gli utenti sul sito. E partendo da qui, si procede ad ottimizzarlo a livello SEO.

Anche i social networks possono dare una mano all’e-commerce. Nella prossima puntata scopriremo come sfruttarli a nostro vantaggio.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *